• Francesca Lattanzi

ST. BEATUS CAVES - Le grotte di St. Beatus

Aggiornamento: lug 15

Le grotte di San Beato





Rubo questa citazione a Bear Grylls perché è davvero così: “Entrare in una grotta è come aprire le porte di un nuovo mondo: si tratta di un ambiente ricco di sorprese nascoste, a tratti claustrofobico e poi vasto, vuoto e pieno, totalmente disabitato e improvvisamente affollato di pipistrelli. Le grotte sono generate dall’azione della natura e tuttavia sembrano sussurrare in silenzio, sono fredde ma ci fanno sudare, sono inospitali ma irresistibili. In verità l’uomo ha appena iniziato a esplorare ciò che sta sotto la terra e ha scoperto solo una minima parte del mondo sotterraneo”.









Ma torniamo alle nostre di grotte: la leggenda narra che nel VI secolo il Monaco Beatus, vi braccò una creatura mitologica, un drago sembrerebbe. Le abbiamo girate in lungo e in largo tra cascate, pozze, stalattiti e stalagmiti e alla fine lo abbiamo anche trovato! Ma non metto foto perché non voglio rovinarti la ricerca.





Le grotte sono aperte tutti i giorni dalle 9:00 alle 17:00 da marzo a novembre, le visite guidate partono ogni 45 minuti (Covid permettendo), la visita dura 75 minuti. Dal 2015 le grotte si possono esplorare anche senza guida, ci sono dei pannelli che spiegano e anche un app “Saint Beatus Caves“ che ti segue passo passo e ti spiega tutto quello che devi sapere... ma presi dall’atmosfera ci siamo dimenticati di usare...

Anche il sentiero per arrivarci è davvero bello e ben curato, un posto che vale la pena visitare.






All’ingresso si trova la tomba di Saint Beatus, contiene delle ossa umane; tra l’altro anche fuori dalle grotte sono stati trovati oggetti preistorici, mentre all’interno nessuna traccia di passaggio di “umani”. Proseguendo possiamo vedere anche la cella di St. Beatus dove alloggiava dopo aver cacciato il drago.







ALCUNE CURIOSITÀ

La grotta è lunga 926 metri, con un dislivello di 87 metri. La temperatura all’interno delle grotte è tra gli 8 e i 10 gradi, con un‘umidità del 95%. Nei periodi di forti precipitazioni i passaggi possono essere completamente allagati. L’acqua del ruscello non è potabile.

Nella grotta delle 3 sorelle (il nome è in onore delle sue 3 grandi stalagmiti), un piccolo lago da l’impressione di vedere una grotta supplementare.


Le stalagmiti (che vanno dal basso verso l’alto) e le stalattiti, (dall’alto verso il basso) ci mettono secoli per formarsi: essendo le grotte anche oggetto di studi, sappiamo che una punta di 3 cm ci ha messo circa 100 anni. Le grotte hanno sicuramente 350’000 anni, alcune parti sono anche più antiche. Sono nate dal passaggio e l’erosione delle acque nelle varie ere.

Ci sono 297 gradini nel percorso, 3 chilometri di cavi e 320 lampade che illuminano le parti principali senza rovinare l’ambiente, per questo motivo possiamo anche trovare delle piantine


I piccoli ruscelli che scorrono hanno creato la parete di stalattiti, che con il suo caratteristico colore giallo, è ancora in crescita.

Non ci sono animali nelle grotte perché mancano le condizioni e lo spazio vitale.

E se sei interessato alla speleologia oppure vuoi saperne di più sulla grotta, puoi visitare il museo (compreso nel prezzo del biglietto d’entrata)


E' possibile scattare foto: il mio paradiso... e si consiglia un abbigliamento comodo e caldo (vista la temperatura interna)








COME CI SI ARRIVA Le grotte di San Beato si trovano nel cuore dell'Oberland Bernese sono affacciate sul lago di Thun, a 5 chilometri da Interlaken e circa 20 da Thun, sono facilmente raggiungibili con ogni mezzo di trasporto: in battello, in barca (c'è un molo a pochi minuti a piedi dalle grotte) in autobus, in macchina, in bicicletta e a piedi

I posteggi non sono molti e non è prevista un area per i camperisti (soprattutto quelli un po’ grandi). Ma ci si può facilmente arrivare con i mezzi. Lascio il sito per tutti i dettagli



ALLOGGIO

La casa forestale si trova nel parco delle grotte di San Beato, restaurata nel 2013, offre pernottamento e prima colazione per un massimo di 10 persone. E' il luogo perfetto per gli amanti della natura, con la sua vista sul lago di Thun, ai piedi delle alpi bernesi, è perfetto sia in estate che in inverno.



RISTORANTE

A pochi metri dalle grotte si trova il ristorante che serve piatti freddi e caldi fino alle 16:00 (le pizze e pasti leggeri fino alle 17:00). Per la cena è meglio riservare. Immerso nella natura, con vista mozzafiato, il ristorante delle Grotte St. Beatus è orientato alla cucina locale. I fornitori locali rispettano principi ambientali ed ecologici.







DOVE SI TROVANO

Seestrasse 30

3800 Sundlauenen, Switzerland

Tel. 033/841.1643

www.beatushoehlen.swiss

info@beatushoehlen.ch

Pinterest: St. Beatus-Höhlen, Switzerland

Instagram: st.beatushoehlen

Facebook: St. Beatus-Höhlen, Swiss Caves







CAMPEGGI

Diversi sono i campeggi in zona, noi ci siamo fermati al Jungfrau Camp a Untersee, a breve te ne parlerò







73 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti