top of page
  • Immagine del redattoreFrancesca Lattanzi

Giro dell'Alsazia in camper: Camperistasemiseria

Per le vacanze natalizie abbiamo fatto il giro dell'Alsazia col camper, o meglio siamo andati fino a Strasburgo dove avevamo il campeggio, del Camping Strasbourg ne ho già parlato in questo articolo, e poi dal camping ci siamo spostati alla scoperta dell'Alsazia in camper.

Se stai pensando di noleggiare un camper per visitare l'Alsazia, ti spiego quello che devi sapere sul noleggio camper in questo articolo.


Di cosa ti parlo in questo articolo che puoi anche ascoltare nel podcast (ci sarà al minuto 23 qualche secondo di silenzio poi riprende): del nostro giro dell'Alsazia e dei borghi che abbiamo visitato.


Giorno 1: Partenza, Neuf Brisach e arrivo in campeggio

Giorno 2: Strasburgo sotto la pioggia (ci siamo poi tornati anche al 4 giorno)

Giorno 3: Sélestat e Obernai

Giorno 4: Strasburgo (ci siamo tornati col bel tempo)

Giorno 5: Colmar e Bergheim

Giorno 6: pausa in campeggio

Giorno 7: Kaysersberg, Riquewhir e Ribeauvillé

Giorno 8: Kintzheim, Dambach La Ville e Rosheim

Giorno 9: si torna a casa con una tappa a Egusheim



Troverai anche tutte le informazioni su dove abbiamo sostato col camper e i link per i dettagli, se non hai ancora l'app campy puoi scaricarla cliccando qui, è gratis, per accedere alle aree o posteggi e relativi dettagli



Giorno 1: Partenza, Neuf Brisach e arrivo in campeggio

Neuf Brisach le porte
Neuf Brisach in camper

Finalmente si parte per le vacanze, è il 28 dicembre e tutto va bene, visto che il viaggio è stato scorrevole, abbiamo deciso all'ultimo momento di fare una tappa e fermarci a Neuf Brisach poco distante dal confine di Basilea.


Per posteggiare il camper si trova facilmente, c'è anche una piccola area seguendo le indicazioni posteggio del bus.


La particolarità di questo borgo Alsaziano sono la sua pianta ottagonale e le strade dritte che portano alla piazza quadrata del paese.

E' l'ultima città fortificata Vauban: un ingegnere militare francese, una delle maggiori figure della Francia di Re Sole, le fortificazioni di Vauban sono 12 tutte lungo le frontiere occidentali, orientali e settentrionali della Francia.


Neuf Brisach è stata costruita nel 1698, è un borgo di meno di 2000 abitanti, le mura sono patrimonio dell'Unesco e ti consiglio di fare il giro completo per vedere le torri fortificate ancora intatte e il modello di difesa con i suoi bastioni, mentre in paese ti consiglio la Reale Chiesa di St. Louis, La Place d'Armèes e le porte Belfort e Colmar.

Si possono anche fare visite guidate, il venerdì pomeriggio da giugno a settembre si può sorvolare Neuf Brisach in elicottero (partendo da Colmar si può fare tutto l'anno) e vista la particolarità della pianta (nel video vedi quello che sono riuscita a riprendere col drone), dev'essere molto bella da vedere e nel gruppo telegram "Camperista Semiseria" mi hanno anche detto che si può anche fare il giro con il treno a vapore.


Clicca qui per il video di Neuf Brisach


Dopo aver passato un paio d'ore alla scoperta della cittadina siamo ripartiti per andare in campeggio.



Giorno 2: Strasburgo sotto la pioggia

Strasburgo: ponti coperti dalla diga Vauban
Strasburgo: ponti coperti dalla diga Vauban

Per il secondo giorno era prevista la visita a Strasburgo, che dal campeggio puoi raggiungere a piedi, in bus o in bicicletta, ci sono moltissime piste ciclabili.

Noi abbiamo deciso di andarci a piedi e dopo una ventina di minuti siamo arrivati in centro e ha iniziato a piovere (siamo però tornati anche il 4° giorno e il tempo era abbastanza bello per questo alcune foto sono col cielo azzurro e altre dello stesso luogo con la pioggia)


Dal campeggio siamo arrivati in faccia alla Diga Vauban, ottimo punto di partenza per visitare la città.

Diga Vauban:

ti consiglio di attraversa sia sotto per poi salire alla terrazza panoramica che si affaccia sui canali: la diga era fatta per difendere la città, in caso di assedio infatti la diga veniva chiusa, l'acqua inondava i campi circostanti e il fango e l'acqua bloccavano le armate nemiche.

Molto bella sia di giorno che al tramonto.


Ponti Coperti:

sono tre ponti che vedi nella foto e vedi dalla Diga Vauban, un tempo coperti, che collegano il quartiere di Petit France al resto della città, dove svettano 3 torri fortificate medievali.


Petit France:

Il quartiere più antico e pittoresco, si affaccia sul fiume, con le sue caratteristiche case a graticcio colorate, ristoranti e negozi. A petit France si trova anche la Maison de Tanneurs costruita nel 1572, ti consiglio di fare un giro per le vie di questo quartiere si respira un atmosfera magica.


Da Petit France siamo andati verso la cattedrale perchè volevo vederla con un pò di luce.



Cattedrale di Strasburgo:

Cattedrale di Strasburgo al tramonto
Cattedrale di Strasburgo al tramonto

Pl. De La Cattedrale

La cattedrale di Notre Dame di Strasburgo risale al 1220, ed è un capolavoro di architettura gotica è stata definita da Victor Hugo "prodigio di grandezza e leggiadria".

Costruita in pietra rossa è ricca di decorazioni le centinaia di statue raccontano episodi della vita di Gesù, della Bibbia e del Vangelo e le figure di Re Salomone con 14 leoni. Bellissimo anche il grande rosone sulla facciata e i 143 metri di torre campanaria.

La pietra arenaria rossiccia del Massiccio dei Voges cambia con la luce e al tramonto è davvero incantevole.

Non farti spaventare dalla coda e visita gli interni, l'entrata e gratis e la coda è veloce (controllano solo la borsa), le vetrate sono meravigliose, l'orologio astronomico lascia senza parole, se poi arrivi alle 12.30 in punto potrai assistere alla sfilata degli apostoli davanti a Cristo e sentire i 3 canti del gallo. E per concludere puoi salire sulla cima della guglia, su per la scala a chiocciola di 332 gradini che ti porta alla terrazza panoramica dove nelle giornate ventose potrai vedere perfino la vicina Germania.


Casa Kammerzell:

16, Place de La Cathedrale

Nella piazza della cattedrale ci sono gli edifici più belli tra cui casa Kammerzel, uno degli edifici più antichi di Strasburgo con le sue 75 finestre oggi è un hotel di lusso.


Place Gutenberg:

A pochi passi dalla cattedrale si trova Piazza Gutenberg in onore del tipografo tedesco che ha vissuto una decina d'anni a Strasburgo, infatti si trova anche una statua in suo onore. Nel medioevo era il centro politico e amministrativo e oggi ospita la Camera di Commercio e Industria, nel video è la piazza dove si vedono i giochi di luce sulla facciata di un palazzo.


Place Kléber

a pochi minuti da Place Gutenberg, sotto Natale si trova il maestoso abete natalizio, ospita palazzi di diverse epoche nel "Aubette" l'edificio in arenaria rosa del 1770 i soldati ricevevano ogni giorno gli ordini.

Palazzo dei Rohan

2, Pl. De Chateau

E' una residenza principesca, che ha ospitato i 4 principi di Rohan e oggi ospita 3 musei:

il museo archeologico,

il museo delle arti decorative

il museo delle belle arti



Strasburgo vista dal fiume
Strasburgo vista dal fiume

Il museo alsaziano

invece si trova in 23-25 quai Saint Nicolas, sulle rive del fiume, è una casa del XVII secolo, offre un viaggio tra gli antichi edifici di Strasburgo: troverai ricostruzioni di diversi ambienti come la stùb, la sala comune di una fattoria, cucina, il laboratorio del farmacista-alchimista, e migliaia di oggetti rurali originali Alsaziani.


Giro in battello sui canali:

se hai tempo ti consiglio anche di fare il giro dei canali in battello e goderti la città dal fiume.


Natale a Strasburgo:

l'Alsazia sotto Natale è spettacolare, i decori sono davvero belli, per le vie della città e sulle facciate delle case a graticcio, ho trovato una grande cura nei dettagli e il risultato è bellissimo.

Se hai occasione quindi resta anche col buio perché è davvero bella anche illuminata a festa. Già a Petit France troverai mercatini natalizi, bancarelle e alberi di Natale.


Il secondo giorno di visita abbiamo riguardato la cittadina con calma, abbiamo passeggiato per le vie e ci siamo goduti l'atmosfera, siamo andati a rivedere alcuni punti con la luce e il sole.


Dove mangiare vegano a Strasburgo

secondo l'app Happy Cow ci sono vari locali con offerte vegane, noi alla fine visto che avevamo poca voglia di fermarci nei ristoranti, ci siamo fermati da "Tilt" un take away e abbiamo trovato patate fritte e Nuggets vegan.




Giorno 3: Selestat e Obernai

La mattina del terzo giorno l'abbiamo passata a cercare di risolvere la questione gas per il camper: le bombole si trovano ovunque, ma l'attacco è diverso e servono gli adattatori che nessuno vende, abbiamo fatto il giro dei Leroy Merlin, finché abbiamo trovato una Brico che era chiusa per inventario.

Alla fine ci siamo stufati e abbiano risolto con una stufetta elettrica provvisoria (che accendevamo solo quando era necessario, per fortuna le temperature non erano per niente quelle della media stagionale, abbiamo avuto notti con 12 gradi e solo le ultime 2 notti le temperature sono scese attorno ai 3/4 gradi, così abbiamo risparmiato la bombola del gas per quando era veramente necessario)


Nel pomeriggio invece siamo andati a visitare:

Selestat - Alsazia
Selestat - Alsazia

Sélestat


Un città fortificata circondata da mura medievali, particolari sono la torre delle streghe (un residuo di mura medievali) e la torre dell'orologio, il museo del pane dove puoi conoscere il pane in tutte le sue forme, e la biblioteca umanistica (una delle due in Europa) si trova al vecchio mercato del mais con i suoi 154 manoscritti medievali, il "lezionario merovingio" del VII secolo.

Anche da vedere la chiesa gotica di Saint Georges.



Molto bella anche per natale con i mercatini natalizi, secondo alcuni scritti medievali la tradizione dell'albero di Natale è nata proprio a Sélestat.


Col camper abbiamo trovato posteggio in Boulevard Charlemagne a pochi metri dal centro storico.





Alsazia in camper: Obernai
Alsazia in camper: Obernai

Obernai

Altra cittadella fortificata, il centro storico è molto bello,

la chiesa di San Pietro e Paolo in stile neogotico è una delle più grandi d'Alsazia con il caratteristico altare del Santo Sepolcro del XVI secolo, l'organo Merlin, e i dipinti dell'antico e nuovo testamento.


Il municipio si trova in un palazzo rinascimentale con elementi del XIV secolo.


Ti consiglio una passeggiata per il centro storico, di cercare la chiesa di Sainte Odite e se hai tempo di fare il giro dei bastioni della durata di circa 30 minuti lungo 1,4 km.


Bellissima anche per Natale con le bancarelle nelle piazze e le decorazioni natalizie sugli edifici


Col camper abbiamo posteggiato in Rue Pincaré dove si trovano vari posteggi tra cui l'area camper. A pochi metri dal centro.





Giorno 4: Strasburgo

Siamo tornati a Strasburgo col tempo bello, abbiamo rifatto il giro del primo giorno con la luce (il primo giorno avevamo fatto un giro più in notturna per vedere le decorazioni natalizie illuminate), abbiamo passeggiato per le strade del centro e abbiamo visitato l'interno della Cattedrale




Giorno 5: Colmar e Bergheim

Colmar Maison Pfister
Colmar Maison Pfister

Siamo partiti alla scoperta della famosa Colmar, poco prima di arrivare a Colmar troverai una rotonda con la statua della libertà, non ti preoccupare non hai sbagliato strada è una ricostruzione della statua originale alta 12 metri, in resina, ed è stata costruita in onore dello scultore della famosa statua di New York Auguste Bartholdi che era di Colmar,


Colmar è famosa al grande pubblico, noi siamo andati il primo gennaio e molti ristoranti e bar erano chiusi, e anche i mercatini.


Il centro storico di Colmar è molto bello, si passeggia tra edifici medievali, case colorate a graticcio, e il fiume Lauch, però devo ammettere che non mi ha entusiasmato.


Cosa vedere a Colmar: Petit Venice è il quartiere più caratteristico con i suoi canali la raggiungi passando per Quai de la Poissonnerie (l'antico distretto dei pescatori), Rue des Vigneron (strada dei viticoltori) passando sul Ponte di Rue Turenne e il Ponte di Saint Pierre, non ti preoccupare è ben indicata.


Il Quartiere dei conciatori in Rue des Tanneurs, passeggerai tra canali e case del XVII e XVIII secolo, la sala del mercato, il Palazzo di Giustizia e l'hotel des Chevaliers de St. Jean particolare perchè in stile veneziano.


La Collegiata di San Martino, la Cattedrale di Saint Martin, è un monumento storico di Francia, con pinnacoli, finestre a vetrata, il portale della facciata rappresenta l'adorazione dei Magi e il Giudizio universale. La Cattedrale è rossastra come quella di Strasburgo perchè è costruita in pietra arenaria.


Maison des Têtes

19, Rue des Tetes è la più antica di Colmar, epoca rinascimentale è chiamata in questo modo perché sui balconi e sulle finestre sono scolpite 106 teste umane e animali.


Casa Pfister

15, Place de la Cathedrale angolo Rue de Marchand

è il simbolo di Colmar, è un tipico edificio alsaziano in pietra e legno, ma che porta delle novità come la finestra sporgente "erker", le lunghe balconate sulle facciate affrescate e la torretta ottagonale con cupola a graticcio.


Koïfus è la vecchia dogana del 1480

Place de l'ancienne douane

Dove le merci venivano esaminate e tassate, con tetto spiovente e maioliche colorate, sul portale si trova l'aquila a 2 teste e la torretta ottagonale, oggi ospita il museo degli artigiani. Attraversando il portico si entra a Petit Venice.


Il mercato coperto

13, Rue des écoles

E' un imponente edificio in ghisa del 1865 sul fiume Lauch, il martedì e la domenica si trovano prodotti tipici locali.


Il museo Unterlinden

è un ex convento delle monache dominicane e si trova un ampia collezione di opere antiche e moderne tra cui pezzi di Renoir, e Picasso. Il chiostro gotico è in arenaria rossa.


Il museo del giocattolo

40, Rue Vauban

Si trova una raccolta di oltre 1000 giochi dal XIX secolo ad oggi dai trenini in legno, alle Barbie ai lego, ai robot e giochi da tavolo.



Dove mangiare Vegano a Colmar

Cappuccino di soia da Starbucks

Mentre c'è un locale vegano che si chiama Veliciuos Burger, ma era chiuso



Abbiamo posteggiato il camper nell'area sosta in Rue du Canal 11, è un area automatizzata, a 20 minuti dal centro ricorda di prendere il biglietto col tuo numero di targa perchè c'è anche scritto il numero di codice per uscire.






Bergheim

Dopo aver visitato Colmar sulla via del ritorno verso il camping di Strasburgo ci siamo fermati a vedere Bergheim

Un altra cittadina medievale, circondata da mura e affiancata da 10 torri, è uno dei migliori esempi di città fortificata.

Passeggiando per la cittadina puoi entrare nella Chiesa del XIV secolo di cui originali restano ancora le volte del coro absidale ottagonale, la base della torre, il portico del timpano, degli affreschi e la statue di San Gioacchino e Sant'Anna.

L'ex sinagoga che nel 1863 è stata trasformata in spazio culturale e il museo delle streghe. Ovviamente bellissima anche per una passeggiata (e per Natale perfettamente addobbata e con i mercatini)




Giorno 6:

Pausa in campeggio, abbiamo riposato, pulito il camper, fatto la spesa ce la siamo presa comoda anche perché avevano dato pioggia nel pomeriggio.



Giorno 7: Kaysersberg, Riquewhir e Ribeauvillé

Kasyersberg scorci
Kaysersberg scorci

Sono tre borghi relativamente vicini, abbiamo iniziato il nostro giro alla scoperta del borghi alsaziani da Kaysersberg.

Una cittadina Medievale con castello e fortezza è stata anche sotto la Germania fino al 1871.

Da vedere il ponte fortificato, e a 1o minuti a piedi la fortezza di guarnigione, la torre che si vede dal ponte, la vista dalla cima della torre è meravigliosa, come al solito dopo ti lascio il link con il video dei 3 borghi.


Rue generale De Gaulle è la strada principale ti consiglio di farci una passeggiata con calma.

C'è anche lo "stabilimento balneare termale" Badhus, che nasce come locanda adesso trovi le terme, la Chiesa di Sainte Croix accanto al municipio con la fontana con la statua dell'imperatore Costantino.


Sosta camper 8, Allee Stoecklin, vicino al centro, pagamento minimo 24 ore, gli altri dettagli dell'area clicca qui




Riquewhir

Famosa per aver ispirato il villaggio di Belle per il cartone animato della Walt Disney "La Bella e la Bestia" è una cittadina fortificata con doppia cerchia muraria.


Il posteggio camper è vicino alla porta inferiore dove ha sede il municipio l'Hôtel de Ville ottimo come punto di partenza per la visita al borgo (alla fine della descrizione trovi i dettagli per l'area).

Percorrendo Rue de Gaulle, la lunga strada in salita potrai vedere la Maison de Hansi, una delle più alte case a graticcio d'Alsazia, al numero 12 la Maison Irion del '600 col balcone angolare,

Maison Preiss Zimmer, un antica locanda del 1686, e la Maison Liebrich del 1535 con cortile e ballatoio in legno, le particolari balaustre, il pozzo del 1603, il torchio del 1817 e di fronte casa Behrel con il particolare bovindo.


Proseguendo a Rue de Cerf 1 troverai il negozio-villaggio dedicato al natale, con 20'000 articoli in 300 mq di negozio, pare ci siano in vendita 3 km di ghirlande di tutti i tipi, quando siamo andati noi era chiusa per (meritate) ferie.


In cima alla Rue De Gaule si trova torre Dolder, un punto di avvistamento alto 25 metri. Ti consiglio di uscire e vedere come appare dall'esterno Riquewhir con le sua struttura difensiva massiccia con feritoie, mentre dall'interno si vedeva che l'abitazione a 4 piani con finestre fiorite, e decorazioni in legno.


Se hai tempo poi ti consiglio di andare a vedere la Porta Alta creata per rinforzare la difesa con ponte levatoio. A Riquewhir si trova anche Il Musee de la Tour des Voleurs in un ex torre difensiva di 18 metri dove potrai conoscere il passato medievale della cittadina, la prigione, la sala delle torture, la stanza degli interrogatori e i sotterranei con la sala delle guardie.






Ribeauvillé

Merita una visita anche questo borgo, lungo la Gran Rue che è la strada che attraversa il centro storico troverai vari edifici e graticcio e medievali, piazze, fontane.


La casa dei Pifferai al numero 14 è del 1663 con due statue una della Vergine Maria e l'altra dell'Arcangelo Gabriele, era il punto di ritrovo dei menestrelli (i Signori di Ribeauvillé erano i re dei menestrelli e trovatori).


Caratteristica anche la piazza del Municipio in 2, Place de l'hotel de la Ville con la fontana dei cervi, il convento agostiniano in architettura gotica divide la parte bassa da quella alta della città.


La torre dei macellai in 70 Gran Rue è la porta di accesso tra la parte bassa e alta della città è stata costruita in due momenti diversi: la parte bassa nel 1290 e quella superiore nel 1536 per arrivare a 29 metri.

In Place de La Sinne oltre alla locanda del Sole e la locanda della Pecora che ospita la posta, si trova la fontana che personifica Ribeauvillé.

Prima di piazza della Repubblica trovi dei piccoli canali, mentre Place de La Republique era un tempo la porta fortificata che proteggeva il centro della città vecchia.


Sicuramente molto bello il circuito dei tre castelli: Saint Ulrich, Giersberg, Haut-Ribeaupierre, lungo 9 km durata 3 ore circa, non l'abbiamo fatto.


Ci sono moltissimi posteggi nei dintorni, noi abbiamo posteggiato in Rue du 3 Dicembre che ci sono diversi posteggi laterali piuttosto ampi.



Clicca qui per il video completo con le foto più belle della giornata.



Giorno 8: Kintzheim, Dambach La Ville e Rosheim

Oggi abbiamo esplorato tre piccoli borghi molto carini.


Kintzheim
Kintzheim

Kintzheim


Si trova vicino al castello di Haut-Koenigsburg tra i vigneti. Le prime testimonianze di questo borgo risalgono al neolitico, dal medioevo è stato dominio merovingio, poi sotto l'impero tedesco. Nel XIV secolo viene acquistato dal comune di Sélestat e nella guerra dei 30 anni viene distrutto sia il villaggio che il castello.

Da vedere la cappella col portale con aquila, il mulino per i cereali, l'orologio meccanico della chiesa del 1846, la chiesa di San Martino con il requilario e il dente di Saint Jacques.

Del castello è rimasta una parte della prigione, il muro e la cappella sono ancora conservati.

Molto bello anche per i sentieri e le passeggiate.



Posteggiato il camper in rue des Romains ci sono vari posteggi non è un borgo affollato, anzi piuttosto tranquillo. C'è anche un area sosta in rue General de Gaulle.





Le cicogne sulla Torre di Dambach La Ville
Le cicogne sulla torre di Dambach La Ville

Dambach La Ville

Un antica "abitazione gallo romana" se ne parlava già nel XI secolo, grazie alla sua fortezza, una delle più antiche della regione.

Anche Dambach La Ville è stata occupata, come tanti borghi della zona, durante la seconda guerra mondiale dai tedeschi.

Cosa vedere: la chiesa di Saint Etienne in stile neoromantico del XVIII secolo, distrutta da un incendio e ricostruita nel 19° secolo, la cappella di San Sebastiano sulle alture, tra colline e vigneti, era la ex chiesa parrocchiale del XII secolo poi modificata nel XVII. Danneggiata durante la seconda guerra mondiale la rende un mix di stili architettonici: campanile romanico, navata e comodino gotico, sacrestia rinascimentale altare in legno barocco. Nel vecchio cimitero si trova un antico ossario.

Si trova anche il monumento storico si San Giovanni Battista, il municipio rinascimentale la casa del Burrus del XVI secolo e la fontana dell'orso rinascimentale.


Ma la cosa più bella è stato vedere le cicogne sulla torre (vedi foto), in zona, non solo a Dambach La Ville, ce ne sono davvero tante e sui tetti delle case puoi vedere i nidi o i supporti per ospitare i nidi delle cicogne.


Abbiamo posteggiato il camper poco fuori dalle mura.



Rosheim casa pagana
Rosheim: casa pagana

Rosheim

Un altro caratteristico borgo con le classiche porte monumentali.

Cosa vedere: la chiesa di Saint Pierre e Paul del XII secolo in arenaria gialla, la chiesa di Saint Etienne del XVIII secolo, architettura neoclassica si ispira a Roma antica con 4 colonne doriche e la facciata monumentale che ospita la statua di Santa Odile.

La Maison Romane o Maison Paienne la casa romanica o casa pagana, una delle più antiche case in pietra di Alsazia, si trova in Rue Generale De Gaulle.

Le 4 porte monumentali sono vecchi bastioni uno con la torre dell'orologio, pozzo a 6 canne in stile rinascimentale, e il giardino medievale con piante domestiche e selvatiche, a gennaio non è il momento migliore per visitarlo ma in estate dev'essere veramente bello perchè oltre a piante aromatiche si possono trovare varie specie di rose.

Rosheim è un piccolo villaggio di 5000 abitanti nato nell'ottavo secolo e distrutto da un incendio nel XII secolo e ricostruito grazie a delle donazioni avute da futuri imperatori del sacro romano impero.


Posteggio camper in Route de Rosenviller, a 10 minuti dal centro





Giorno 9: si torna a casa con una tappa a Eguisheim

Ultimo giorno in Alsazia per rendere meno triste il rientro abbiamo deciso di fare una tappa a Eguisheim


Sulle colline si vedono i ruderi dei tre castelli, è una cittadina fortificata paleolitica, e la caratteristica è che è una cittadina rotonda con strade disposte in cerchi concentrici davvero bellissima.

Nella piazza centrale si trova il:

Castello dei Conti di Eguisheim

La cappella con il reliquiario con il cranio di Papa Leone IX

Al centro della piazza la fontana con la statua di Leone IX





Bella anche la chiesa di Santi Pietro e Paolo, con il campanile gotico, architrave a parabola delle vergini sapienti e quello delle vergini stolte e all'interno la statua di una Vergine apribile.


In estate si può anche fare il giro in notturna del borgo alla luce delle lanterne.


A Eguisheim si trova anche "Tasty Veggies" un take away Vegetariano e vegano in 2 Rue de Rempart, ho mangiato un simil-hamburger spettacolare.


Abbiamo posteggiato il camper a Bannwarth in 3, Rue de Bruxelles, è un piazzale della cantina dei vini, tutti i dettagli qui.






Prima di salutarti spero che questo articolo ti sia stato utile, ti aspetto nel canale telegram "CamperistaSemiseria" dove parliamo di tecnica camper, campeggi e luoghi da visitare,


Concludo come d'abitudine con l'Angolo shopping di camerista Semiseria

Clicca sul link troverai tutti i brand con cui abbiamo il codice sconto: il disgregante, il raffrescatore evaporativo, i prodotti green del negozio minimashop e i prodotti per le pulizie di everdrop. il link allo shop di amazon e tanti altri prodotti.



Se poi sei Content Creator, vuoi portare traffico al blog, canale YouTube, o al tuo shop, ti posso aiutare con Pinterest, tutti i dettagli nel blog.


Seguimi su Pinterest

Nuovo profilo solo Pinterest


Profilo viaggi in camper e Pinterest





A presto

Francesca

--------------

DISCLAIMER

Questo articolo contiene link a prodotti miei o di affiliazione per prodotti/servizi che mi sento di consigliare e di cui sono soddisfatta. Questo significa che per ogni acquisto che farai partendo da questi link, le aziende riconosceranno al mio blog o podcast una piccola commissione (chiaramente senza alcun sovrapprezzo per te che acquisti!) o guadagnerò dalla vendita del mio prodotto.

Un metodo che ti potrebbe far conoscere nuovi prodotti e che ti permette di sostenere il lavoro di blogger o podcaster











1.854 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commenti


bottom of page