top of page
  • Immagine del redattoreFrancesca Lattanzi

Norimberga cosa vedere - CamperistaSemiseria

Aggiornamento: 30 gen


Cosa vedere a Norimberga: una tipica porta di legno
Cosa vedere a Norimberga

La seconda tappa del nostro giro della Baviera in camper di questa estate, è stata a Norimberga.

La prima tappa del minitour della Baviera è stata Augusta (qui l'articolo del blog), poi ci siamo spostati a Norimberga per qualche giorno e abbiamo sostato col camper al Camping Knaus Norimberga (trovi tutte le informazioni del campeggio qui) che si trova a circa 1 km dalla fermata della metro, perfetta per raggiungere e visitare Norimberga. Poi siamo partiti e siamo stati all'EuropaPark, il parco divertimenti: qui trovi il video del Camping.


Visto che abbiamo fatto 3 giorni a visitare Norimberga, in questo articolo ti racconto cosa abbiamo visto diviso per giornate. Ricorda che come al solito puoi anche ascoltare questo articolo nel podcast (scusate, mi ha obbligato a pubblicare l'episodio in due parti):




1. Primo giorno a Norimberga: Handwerkerhof, cinta muraria e Gostenhof

2. Secondo giorno a Norimberga: visita alla città

3. Terzo giorno a Norimberga: Norimberga e il nazismo

4. Dove mangiare vegano a Norimberga.


1. Primo giorno a Norimberga: Handwerkerhof, cinta muraria e Gostenhof

Abbiamo passato 5 giorni a Norimberga, purtroppo non siamo riusciti a girarla come vorremmo a causa della meteo, pioggia forte, vento e 12 gradi la temperatura più alta (erano i primi di agosto). Nei giorni più piovosi e ventosi abbiamo fatto delle mini-gite e per fortuna abbiamo avuto una giornata di bello (non caldo) per visitare la maggior parte della città.


Il primo giorno abbiamo sfidato la pioggia e il vento, preso la metro e siamo scesi alla stazione centrale per visitare



Parte della cinta medievale muraria di Norimberga, con una delle torrette
Norimberga: parte della cinta muraria

Handwerkhof

E' una piccola città nella città, che si trova proprio di fronte alla stazione. Passando dalla Frauentor, la porta delle donne,che era una delle 7 porte di accesso a Norimberga, si entra nel quartiere degli artigiani, circondato da torri e mura delle fortificazioni medievali, un piccolo borgo molto carino e caratteristico, con la tipica bottega dell'orafo, della ceramica, la casa delle bambole e le tipiche trattorie bavaresi.


Stadtmauer la cinta muraria

Abbiamo poi passeggiato costeggiando le mura medievali che sono uno dei più importanti monumenti artistici e architettonici della città. Grazie alle sue fortificazioni invalicabili, nella sua lunga e travagliata storia infatti, Norimberga è stata espugnata solo una volta nel 1945 dagli statunitensi.

La cinta muraria è lunga oltre 4 km, con circa 130 torri e torrette.




St. Rochusfriedhof

Passeggiando lungo le mura, che sono davvero molto belle ci siamo diretti al Gostenhof, e ci siamo imbattuti (senza saperlo, mi era sfuggito lo ammetto), nel caratteristico cimitero di St. Rochusfriedhof, un cimitero ecclesiastico creato durante un epidemia di peste nel 1517/1518 ai tempi era al di fuori dell'area urbana edificata.

La cappella di San Rocco venne costruita nel 1520/1521. I numerosi epitaffi di bronzo rendono questo cimitero un luogo unico, di grande valore artistico e storico, e le pietre tombali di sono di importanza culturale. E' ancora un luogo di sepolutura.



Abbiamo proseguito e passeggiato per il Gostenhof, anche se dovremo tornarci per visitarlo meglio: è un quartiere molto antico, sono state trovate tracce di agricoltura dell'eta del bronzo di oltre 3000 anni fa, nel tempo da sobborgo rurale è diventato un sobborgo commerciale con un denso insediamento: nel 1910 un terzo della popolazione ebraica di Norimberga viveva in questo quartiere.

Dopo la guerra è stato a lungo considerato un quartiere malfamato, il Norimberga Bronziste, ma nel tempo ha assunto una sua identità con negozi alla moda e vintage, locali caratteristici e la particolare street art.


Al Gostehof si trova anche il palazzo di Giustizia, con la sala del '600 dove si sono tenuti i famosi processi di Norimberga contro i crimini di guerra, la sala si può visitare: qui il link con gli orari e le informazioni per organizzare la visita.



Il primo giorno si è concluso, putroppo non abbiamo potuto visitare il Gostehnof come vorremmo e nemmeno la sala dei processi di Norimberga (perchè era chiusa) la nostra visita è terminata perchè ha ripreso a diluviare (prima c'era solo vento) quindi abbiamo preso la metro al Gostenhof e siamo tornati in campeggio.




2. Secondo giorno a Norimberga: visita alla città

Il secondo giorno il tempo è stato clemente quindi siamo riusciti a visitare la città per bene. Abbiamo preso la metro, siamo scesi alla fermata Lorenzkirche e abbiamo iniziato al visita della città.



Norimberga: Lorenzkirche, la facciata della cattedrale
Lorenzkirche

Lorenzkirche

Per prima cosa ci siamo fermati a vedere la chiesa di San Lorenzo (Lorenzkirche), è il principale luogo di culto evangelico luterano della città, le torri sono altre 80 e 81 metri, è un grande edificio gotico costruito tra il 1250 e il 1477.

Nel medioevo la città di Norimberga era divisa in due parti piuttosto distinte dal fiume Pegnitz, venne quindi costruita la chiesa nel borgo medievale a sud del fiume, in contrapposizione con la parrocchia di San Sebaldo nel quartiere settentrionale.

Come il resto della città anche la chiesa venne gravemente danneggiata durante la seconda guerra mondiale e poi restaurata secondo i piani originali.

Ovviamente sono andata a curiosare l'interno e ha subito attirato la mia attenzione il "saluto angelico" detto anche "annunciazione del rosario": un capolavoro della scultura gotica tedesca che raffigura in grandezza naturale Maria e l'Arcangelo Gabriele al momento dell'annunciazione. Costruito in legno di tiglio dipinto e dorato, circondato da un cerchio di 372x320 cm costituito da 55 rose dorate dove sono incastonati sette medaglioni con le sette gioie di Maria.

All'interno del cerchio sono raffigurati dei musicanti, il serpente con la mela in bocca e in alto la raffigurazione della benedizione del Padre.


Molto bella anche la piazza e i dintorni.

Abbiamo poi ripreso la visita, attraversato il fiume Pegnitz passando sul ponte "Fischerstechen", godendoci il panorama sul fiume e i dettagli del ponte, per andare alla FrauenKirche.


Hauptmarkt, Frauenkirche e Schoner Brunner

La chiesa di nostra Signora (o Frauenchirche) si trova in Hauptmarkt, è storicamente molto importante, fu costruita in anni "difficili" infatti in quel periodo ci fu una grave pestilenza, e un orribile sommossa contro la comunità ebraica: la folla massacrò molti ebrei ingiustamente accusati di aver portato la peste.


Costruita al posto della sinagoga, risale al 1352, ed è stata consacrata 6 anni dopo. Fino al 1810 fu una chiesa luterana, e nel 1816 venne consacrata come chiesa cattolica. Anche la Frauenkirche venne distrutta durante la seconda guerra mondiale e ricostruita. Nel restauro del 1990 venne installata una Stella di Davide in ricordo del pogrom del 1349.


Sulla facciata si trova il famoso Männleinlaufen, l'orologio carillon che oltre a segnare l'ora e le fasi lunari è molto particolare e bello perchè animato da automi metallici che celebrano gli eventi del 1356 quando fu firmata a Norimberga la "Bolla d'Oro" che cambiò la politica del Sacro Romano Impero.

La magia inizia a mezzogiorno: quando suonano le campane al centro si vede la figura dell'imperatore Carlo IV, e davanti a lui sfilano gli automi dei sette elettori, due automi che raffigurano 2 turchi battono sulla campana, due automi raffiguranti gli araldi alzano le trombe e altri due suonano il piffero. Da una finestrella, un araldo apre la bocca (come se facesse un annuncio) e suona un campanello. Dalla parte opposta vi è un altro araldo che mostra la carta e da una porticina a sinistra dell'imperatore escono i sette elettori che sfilano e mostrano le regalie imperiali. Questo spettacolo si ripete per tre volte ogni mezzogiorno.



Hauptmarkt è l'ampia piazza di 5000 mq che ospita ogni settimana il mercato, e per natale il mercatino natalizio. purtroppo distrutto durante la guerra, è stato ricostruito in modo piuttosto improvvisato e bruttino (a mio parere).




Schoner Brunner la bella fontana

E' sicuramente una delle più belle e caratteristiche fontane d'Europa. E' una guglia gotica di 19 metri, decorata con statue colorate che rappresentano la visione del mondo nel sacro romano impero: i sette arti liberali, i quattro evangelisti, i quattro padri della chiesa, i sette principi elettori, i nove prodi, Mosè e i 7 profeti. La recinzione in ferro battuto chiude la struttura. Cerca i due anelli in ottone e falli girare, si dice che portino fortuna.


Costruita tra il 1385 ed il 1396, durante la seconda guerra mondiale venne avvolta da un involucro di cemento che la preservò dai bombardamenti.


Chiesa di San Sebaludus
San Sebaldus

Sebaldus Kirche

Siamo poi saliti verso la chiesa di San Sebaldus, che è stata un pò più difficile da fotografare, soprattutto l'esterno perchè al contrario della maggior parte delle chiese non è circondata da una piazza, e' la piu antica chiesa ed è una delle più grandi chiese protestanti della città con la Lorenzkirche.

Vi è sepolto il patrono della città San Sebaldo, e la sua tomba è un opera d'arte realizzata dai figli con ricche decorazioni e figure in bronzo. Nei secoli la chiesa ha subito varie trasformazioni.



Rathaus

Di fronte alla Chiesa di San Sebaldo si trova l'imponente edificio rinascimentale con elementi gotici del Municipio, enorme ed elegante all'interno è possibile visitare la sala delle torture dove potrai scoprire le agghiaccianti e rigide pratiche giudiziarie medievali e la prigione con 12 celle che ospitavano 2 prigionieri ognuna (controlla sul sito quando è aperta).




Kaiserburg

Abbiamo poi proseguito fino al castello imperiale di Norimberga: Kaiserburg.

Costruito come residenza imperiale e residenza dei conti Hohenzollern, tra il IX e il XVII secolo in pietra arenaria e graticci si compone di due sezioni: il castello imperiale e gli edifici comunali della città libera. E' una delle fortificazioni più significative del medioevo e domina dall'alto la cittadina di Norimberga.

Luogo d'incontro delle assemblee imperiali.

Nel cortile interno si trova il pozzo profondo: scavato nella roccia profondo 47 metri, da vedere anche la torre rotonda Sinwell da cui puoi guardare la città di Norimberga da 385 metri di altezza. mentre nella Kemenate si trova il Germanisches Nationalmuseum che racconta i cambiamenti nel corso dei secoli del castello.




Henkersteg

Finita la visita al castello siamo andati verso Henkersteg (il ponte del boia). E' un ponte di legno costruito nel 1457, collega Trödelmarkt la piccola isola con i suoi negozietti sul fiume Pegnitz a Unschlittplazt.

Spazzato via durante le inondazioni del 1595 provocando anche la morte i otto persone, dal 1657 venne ricostituito, anche Henkersteg come tutte le opere di Norimberga subì gravi danni durante la seconda guerra mondiale.

Il nome "ponte del boia" è perchè nel medioevo il boia non poteva avere contatti con i cittadini onorevoli e usava il ponte per raggiungere la sua abitazione.



Kettensteg

Abbiamo passeggiato lungo il fiume fino al Kettensteg il più antico ponte sospeso in ferro battuto pedonale del contiene europeo. Lungo 68 metri ha due campate di 33 metri ciascuna. Come la maggior parte dei primi ponti sospesi, non era rigido e camminandoci sopra si ondeggiava. I giovani dell'epoca si divertivano a saltarci sopra per provocare ondeggiamenti, così nel 1927 fu emessa un ordinanza di polizia per fermare queste azioni. Nel 1930 il ponte fu irrigidito da cavi d'acciaio, e pali in legno. Nell'era nazista l'idea era di rimuoverlo, operazione fu impedita dallo scoppio della guerra.

Nel 2009 venne restaurato, tolti i pali in legno, rinnovato e irrigidito.





Il quartiere di Norimberga con le case a graticcio
Weissgerbergasse

Weissgerbergasse

Attraversando il Kettensteg si arriva alla Weissgerbergasse, la bellissima strada con le storiche case a graticcio medievali appartenute ai ricchi artigiani dell'epoca, la maggior parte dotate di pozzo e giardino privati.

Oggi si trovano molti caratteristici bar e pub molto cool, e vari negozietti.



Proseguendo per Weissgerbergasse si torna alla chiesa di San Sebaldo


Abbiamo poi girato un pochino ancora per le vie del centro, abbiamo ripreso la metro e siamo tornati al campeggio.

















Una foto di Hitler: Norimberga e il nazismo
Norimberga e il nazismo

3. Terzo giorno a Norimberga: Norimberga e il nazismo



Al terzo giorno siamo stati in zona campeggio (Camping Park Knaus) perché è molto vicina nell'area raduni del partito Nazista un area grande circa 11 chilometri quadrati dove oltre alle parate delle SS si potevano ascoltare i discorsi di Adolf Hitler e si tenevano le campagne di reclutamento.


Il campeggio è vicinissimo alla Grosser Strasse, al Dokumentationszentrum Reichsparteitagsgelände allo Zeppelinfield e altri tristemente posti famosi per la propaganda nazista di Hitler.


Dal 1933 al 1938 infatti i nazionalsocialisti tennero i congressi del partito del Reich proprio in questa zona, e molti sono ancora i resti degli enormi edifici costruiti all'epoca.


E' una zona un pò triste della città in cui si respira una brutta aria e anche se giustamente adesso si vive normalmente, c'è anche un laghetto, hanno costruito lo stadio da calcio, la pista da hockey, un enorme centro congressi ed eventi, visitarla mi ha lasciato una gran tristezza.





La Grosser Strasse è una strada larga 60 metri e lunga 2 chilometri, era una strada destinata alle parate dei nazisti dove gli spettatori potevano fare il tifo ai soldati che marciavano (mai usata a questo scopo a causa dello scoppio della guerra), ne sono stati costruiti solo 1,5 km e sono state necessarie 60'000 lastre di granito. Dopo la fine della guerra venne usata come pista provvisoria per gli aerei, adesso funge da parcheggio per i grandi eventi che si tengono in zona (calcio, fiere).

Doveva collegare tutti gli edifici nazisti nel Reichsparteitagsgelände: la Kongresshalle, la Kulturhalle, il Grosse Stadion e il Märzfeld. E' orientata verso il castello di Norimberga con l0 scopo di ottenere la connessione visiva con la parte medievale della città.


Abbiamo poi visitato il Documentationszentrum Reichsparteitagsgelände. Si trova nell'ala nord della Congresse Halle, la grande sala congressi del partito nazista rimasta incompleta. Nel museo si può avere un quadro completo della storia dell'epoca grazie ad oggetti e descrizioni dei fatti con schermi interattivi, fotografie e video. il titolo della mostra permanente è "Fascino e Violenza".



Documentationszentrum Reichsparteitagsgelände
Documentationszentrum Reichsparteitagsgelände dal laghetto

Dal laghetto la cosa impressionante è che il centro congressi ricorda il Colosseo.


Abbiamo poi passeggiato lungo il laghetto per andare allo ZeppelinField. Il campo sembra un enorme altare bianco: infatti è costruito in cemento e mattoni e lastre di calcare a conchiglia.

Nel giugno 1967 sono stati demoliti i colonnati perchè non erano più sicuri, e vennero abbassate le torri laterali.

Mentre il 22 aprile 1945 gli americani fecero saltare la svastica per segnalare al mondo che il nazionalsocialismo era finito.


Nel film "il trionfo della volontà" girato nel 1935 per la propaganda nazista si possono vedere bene questi luoghi.


Se non ti fermi al Camping Park Knaus, l'area raduni si raggiunge con il tram 6 o 9 e la fermata è Nürnberg Doku-Zetrum.




Torta vegana
Torta vegana

4. Dove mangiare vegano a Norimberga.


Tutta la Germania è vegan friendly e anche a Norimberga si possono trovare diversi ristoranti totalmente vegani. Altrimenti trovi opzioni vegane praticamente ovunque, il latte di avena si trova in tutti i bar, e spesso nell'espositore dei dolci anche dei bar più piccoli si trova qualche ottima fetta di torta vegana.


Per restare aggiornato sui ristoranti vegani ti consiglio di usare l'app Happy Cow, noi non siamo stati particolamente fortunati, avevamo trovato un ristorantino vegano vietnamita in Konigstrasse, ma non ci hanno lasciato unire i tavoli (erano tutti da 2 e noi eravamo in 4), quindi siamo andati via (abbiamo preso qualcosa da asporto e siamo andati), siamo poi andati al Katzentempel, avendo i cani non potevamo entrare ma pensavamo di fare take away e magari entrare un momento (a turni) per bere qualcosa e goderci l'atmosfera di un bar circondato da gatti, ma anche se erano le 15:30 ed era mezzo vuoto, non ci hanno fatto nemmeno qualcosa da portare via (perchè dicevano che erano pieni...)

Sono rimasta un pò delusa e spero che sia stato un evento eccezionale: quando torneremo a Norimberga prenoterò e vi farò sapere se sono più simpatici.



La nostra visita a Norimberga è finita, devo dire che è una città meravigliosa, io ci vivrei volentieri, pur essendo molto grande è davvero molto piacevole, ha moltissime zone pedonali che la rendono molto rilassante.


Prima di salutarti ti ricordo che nell'angolo shopping abbiamo diversi prodotti per il camper e per il benessere col codice sconto, e che ti aspetto nel canale telegram "Camperistasemiseria" siamo un gruppo di campersiti e ci scambiamo idee di viaggio, campeggi e suggerimenti per la manutenzione in camper.





L'angolo shopping di CamperistaSemiseria:






Pinterest è una piattaforma che ti può aiutare a mandare traffico ai tuoi canali: sei un content creator e vuoi monetizzare il tuo lavoro col blog o con un canale YouTube, oppure hai uno shop online e vuoi vendere i prodotti, con Pinterest troverai clienti in target o persone interessate ai tuoi contenuti.


Pinterest è un motore di ricerca, per questo ti utile nella tua strategia on line. Puoi approfondire l'argomento Pinterest sul mio blog www.quellachefaipin.ch , acquistare il manuale Step By Step per usare Pinterest da app nello shop www.quellachefaipin.ch/shop oppure richiedimi una call conoscitiva: parliamo del tuo progetto e ti spiego come e se posso aiutarti con Pinterest


A presto


Francesca





--------------

DISCLAIMER

Questo articolo contiene link a prodotti miei o di affiliazione per prodotti/servizi che mi sento di consigliare e di cui sono soddisfatta. Questo significa che per ogni acquisto che farai partendo da questi link, le aziende riconosceranno al mio blog o podcast una piccola commissione (chiaramente senza alcun sovrapprezzo per te che acquisti!) o guadagnerò dalla vendita del mio prodotto.

Un metodo che ti potrebbe far conoscere nuovi prodotti e che ti permette di sostenere il lavoro di blogger o podcaster





135 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page