• Francesca Lattanzi

Liguria in Camper: Noli perchè andarci - Camperistasemiseria

Aggiornamento: 20 mag



Foto di Noli dall'alto, il borgo, le colline e il mare
Noli, Liguria panorama

Voglia di mare? Da dove abitiamo noi la Liguria è relativamente vicina. E mentre di solito i nostri weekend del ponte di San Pietro e Paolo a fine giugno sono destinati al Lago di Garda, l'anno scorso abbiamo deciso di andare in Liguria.




Se preferisci ascoltare il podcast, clicca qui.




Abbiamo scelto la Liguria per due motivi:

uno perchè avevo un esigenza di mare, qui in Svizzera come ben sai il mare non c'è, e io sono un amante del mare: almeno una volta all'anno devo vederlo, e "grazie" alla pandemia, l'anno precedente non l'avevo visto perché eravamo stati in Svizzera tra Ginevra e Neuchâtel.


Fabiana e io ci siamo conosciute su Instagram qualche anno fa, e l'anno scorso ci siamo finalmente incontrate
Le amicizie che iniziano sui social

Il secondo motivo per cui abbiamo scelto la Liguria e precisamente la zona di Noli è stato perché volevo conoscere Fabiana, Davide e Mabelle (la loro chihuahua), con Fabiana ci siamo conosciute su Instagram se vuoi conoscerla la trovi qui, abbiamo subito legato, e col tempo è nata una forte amicizia, in realtà poi siamo in tre le amiche virtuali infatti grazie a Fabiana ho anche conosciuto virtualmente Federica che ha un azienda agricola, e non vedo l'ora di conoscere personalmente... Dovrò proprio andare a Bologna.


Ma tornando alla Liguria e a Noli, abbiamo fatto 4 giorni e abbiamo sostato al Camping Rustia a Spotorno che è il comune che abbiamo visitato meno, siamo stati praticamente solo in spiaggia.

Infatti grazie alla disponibilità di Fabiana e Davide abbiamo avuto la possibilità di conoscere bene i dintorni, ci hanno infatti portato a Varigotti, e a spasso per Noli.


Di cosa parliamo in questo articolo

1. Cenni storici di Noli

2. Cosa vedere a Noli

3. Noli per chi ama la natura 4. Dove mangiare a Noli



Noli è davvero una meraviglia, è un piccolo comune che per me che amo fare foto a tutto, offre tantissime possibilità, architettura, chiese, mare, natura, panorami, castelli. Si trova nella riviera di Ponente, tra Spotorno e Finale Ligure.



1. Cenni storici di Noli

Noli è un paese con origini antiche e una storia importante: fu una delle repubbliche marinare italiane dal 1192 al 1797!


Nel medioevo fu base Bizantina, venne distrutta dai Longobardi e ricostruita vicino al mare, fu dominio di Carlo Magno, feudo di Enrico II del Carretto finché nel 1196 divenne indipendente con statuti e ordinamenti comunali ufficiali, considerati tra i più antichi della Liguria.


Grazie a questa sua indipendenza si alleò con Genova per combattere battaglie importanti e per proteggersi dalle aggressioni nemiche, la repubblica di Noli costruì fortificazioni e mura con oltre settanta torri a protezione della cittadina.

Nel XIV secolo dopo aver avuto un periodo di massimo splendore, la Repubblica di Noli a causa della sua conformazione geografica e del ristretto porto iniziò a perdere il suo splendore, gli abitanti si trasformarono così in abili pescatori.


Anche Noli venne poi occupata dalle truppe di Napoleone e divenne capoluogo del VII Cantone. Questo "privilegio" portò le truppe inglesi a bombardare duramente le piccola repubblica di Noli.




2. Cosa vedere a Noli

Dopo aver letto i brevissimi cenni storici di Noli, capirai che la sua storia antica e travagliata offre molto da vedere.



Foto del sentiero della strada Aurelia, l'antica strada passava sulle montagne
L'antica strada romana, la Statale Aurelia adesso costeggia il mare



La strada Statale Aurelia

Noli si trova sulla Strada Statale 1, la Via Aurelia e già questo non è da poco: è una delle più importanti strade italiane, collega Roma con la Francia. Sopra Noli si può passeggiare per l'antica via Aurelia con una meravigliosa vista sul mare.


Tra Noli e Finale Ligure poi l'attuale Aurelia offre panorami mozzafiato, molti film e pubblicità sono state girate in quel tratto di strada, ad esempio la pubblicità della Volvo e dell'alfa Romeo, ma in quel tratto di strada sono stati anche girati numerosi documentari.










Il centro storico di Noli che era originariamente il centro del borgo marinaro, è protetto da un porticato, l'accesso di fronte alla spiaggia porta alla torre civica e il palazzo del Comune, sulla cui piazza trovi gli stemmi delle 5 repubbliche marinare.





La chiesa di San Paragorio l'esterno
Chiesa San Paragorio - Noli

A Noli dentro e fuori le mura ci sono moltissime chiese, cattedrali e concattedrali, se mi segui da un pò sai che adoro andare a curiosare nelle chiese, pur non essendo particolarmente religiosa mi piace guardarle dal punto di vista architettonico e adoro ammirare le decorazioni e gli affreschi, questa volta non sono entrata in nessuna, ma quella che mi ha colpito maggiormente è stata la Chiesa di San Paragorio, una chiesa romanica lombarda del XI secolo. Nel 1972 durante degli scavi sono stati scoperti reperti di una chiesa paleocristiana, i reperti di una necropoli, due sarcofagi in pietra di Finale e una vasca battesimale ottagonale databile tra il VI e il VII secolo. Fino al 1572 la Chiesa di San Paragorio, fu anche la cattedrale di Noli,




Passeggiando per Noli molti sono gli edifici antichi o i riferimenti storici, già nella loggia vicino al Palazzo Comunale ci sono delle targhe commemorative che testimoniano il passaggio di personaggi famosi come Cristoforo Colombo e Dante Alighieri, che ha citato Noli nel IV canto del Purgatorio della Divina Commedia.





Le torri

Alzando gli occhi mentre si passeggia per le vie potrai vedere le torri di Noli. Delle 72 iniziali, ne sono rimaste solamente 4. Le altre sono state mozzate e integrate negli edifici, come la torre di via Transilvanya, e grazie a Fabiana ho scoperto che molte sono facilmente riconoscibili.

Le torri rimaste sono:

La torre del comune, è alta 35 metri e la sua particolarità oltre ad essere quella più vicino al mare è il terrazzo "merlato" con merli ghibellini, a forma bifida, che si differenziano da quelli guelfi perchè sono quadrati.

La torre del canto è quella più alta, con i suoi 38 metri si trova vicino alle mura interne, è particolare non solo per la sua altezza ma per la forma trapezoidale, E presso il pilastro di destra di Porta San Giovanni si possono vedere 3 facce della torre. Cosa impossibile per le torri con base quadrata.

La torre Peluffo, che malgrado sia mozzata, raggiunge l'altezza di 24 metri

La torre Papone, di 19 metri, l'unica torre di Noli che, probabilmente a causa della sua posizione, non è mai stata trasformata in abitazione.


Infine c'è da menzionare la torre di San Giovanni che funge da porta di accesso a Noli passando dalle mura esterne della parte settentrionale del Borgo.






Il castello di Monte Ursino

Il castello di Monte Ursino domina la cittadina di Noli e il suo scopo era quello di difenderla, nel X secolo molti centri sulla costa per motivi strategici si spostavano sulle colline, lo stesso fu per Noli: nel 900 venne distrutta da un incendio e ricostruita sulla collina di Monte Ursino. La collina è a picco sul mare e già nell'anno 1000 viene definita in un documento ufficiale, borgo fortificato.

Il castello venne rinforzato e ampliato col passare degli anni. Dal castello si può controllare il mare, la costa e la vecchia strada romana.




3. Noli per chi ama la natura

Noli non è solo architettura, ma anche passeggiate nella natura, molti sono i sentieri che si snodano dal paese per le colline con un incredibile vista sul mare. Sull'altopiano delle Manie oltre alle pinete ed alcune zone dove si coltiva la vite, si trova una conformazione rocciosa naturale, molto simile ad una grotta dove è stato rinvenuto un sito archeologico neolitico.



Bergeggi, l'isola e l'area marina protetta

Noli fa parte del golfo dell'isola di Bergeggi, tutta questa zona, compresa la costa e la sua isola sono riserva naturale regionale e area marina protetta.


L'area attorno all'isola è divisa in tre zone e ci sono delle limitazioni per non disturbare le specie animali e vegetali che ci vivono.

In alcune zone è vietata la balneazione, l'uso di imbarcazioni, moto d'acqua e sci nautico, vietata la pesca in tutte le sue forme. Mentre in altre si può nuotare, pescare e fare immersioni: per tutte le informazioni sull'isola di Bergeggi e le attività permesse ti consiglio di visitare il sito.


Nelle zone fuori dall'area marina di Bergeggi il mare è molto pulito e piuttosto calmo, malgrado in Liguria ci sia sempre vento, il golfo di Noli protegge la zona dal vento.


Per altre informazioni sulla zona "golfo dell'isola", ti lascio il link al sito ufficiale.






3. Dove mangiare a Noli

Essendo un paese che in estate vive di turismo, moti sono i ristoranti e i bar dove mangiare. Fabiana e Davide ci hanno portato al ristorante da Giorgio, questa è la sua pagina Facebook. A parte la bellezza del luogo, Giorgio, avvisato per tempo, mi ha preparato un menù vegano spettacolare e di questo lo ringrazio particolarmente, mentre il resto della famiglia onnivora ha apprezzato i suoi piatti di pesce.


Con Fabiana poi ho fatto scorte della tipica focaccia Ligure a Pani e Grani, in Piazza Ronco, e per gli amanti del pesce e se hai la possibilità di prepararti da mangiare, e se sei in camper probabilmente hai la tua griglia, a Noli è possibile acquistare direttamente il pesce dai pescatori. Passeggiando sul lungomare troverai dei banchi dove vendono il pescato fresco del giorno sotto gli occhi vigili dei gabbiani, tra cui due che si occupano del controllo qualità (li intravedi nella foto sotto l'ombrellone).





Anche se tendenzialmente non torno negli stessi posti, la zona di Noli è davvero bella, e non mi spiacerebbe rivederla, perchè tante sono ancora le cose da scoprire. Sicuramente devo ringraziare Fabiana che mi ha mostrato tutte le bellezze e me ne ha raccontato la storia.

Noli è il più bel borgo d'Italia e si è meritato questo titolo.


Prima di salutarti ti rinnovo l'invito al mio canale telegram "camperista semiseria", troverai tanti camperisti, parliamo di viaggi in camper e luoghi da visitare.



Francesca





Se poi oltre ad essere un camperista o un viaggiatore, sei un blogger, uno youtuber o hai uno shop online ti piacerebbe portare traffico ai tuoi canali per monetizzare, allora sei nel posto giusto: visto che sono una Pinterest Coach e uso e ho sempre usato Pinterest per portare traffico al blog, volevo avvisarti che ho creato un ebook il "manuale base per usare Pinterest da app".

Puoi vedere e seguirmi su Pinterest

___________________

DISCLAIMER

Questo articolo contiene link a prodotti miei o di affiliazione per prodotti/servizi che mi sento di consigliare e di cui sono soddisfatta. Questo significa che per ogni acquisto che farai partendo da questi link, le aziende riconosceranno al mio blog una piccola commissione (chiaramente senza alcun sovrapprezzo per te che acquisti!) o guadagnerò dalla vendita del mio prodotto.

Un metodo che ti potrebbe far conoscere nuovi prodotti e che ti permette di sostenere il nostro lavoro di blogger.

Francesca




1.192 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti